martedì 12 febbraio 2013

Bicicletta con motore elettrico nascosto

L'idea di nascondere il motore elettrico di una bicicletta all'interno del telaio non nasce come stratagemma illegale per aiutare i ciclisti (anche se è stato fatto) ma per motivi tecnici rilevanti, l'assoluta discrezione di un motore elettrico invisibile su una bicicletta ne alleggerisce la linea ed accentra le masse.

Di scandali nel ciclismo ce ne sono stati e ce ne saranno, aumentare la potenza e la resistenza del ciclista in modo illecito fa solo male allo sport ed a chi ne fa parte, il progetto della Gruber Antrieb GmbH & Co KG è stato sfruttato in competizioni ufficiali per “anabolizzare” le biciclette da gara, il prodotto chiamato Viva Assist però è molto più di un semplice stratagemma.

Nascondere il motore elettrico di una bicicletta nel telaio ha indubbi vantaggi:
  • accentra le masse
  • elimina le masse in rotazione
  • la pedalata è più leggera senza motricità elettrica
  • niente inestetici motori a vista
  • accumulatore miniaturizzato

Il motore Vivax della Gruber è differente dagli altri motori elettrici, la tecnologia attualmente presente sul mercato propone motori elettrici posti sulla ruota posteriore o su quella anteriore, il motore elettrico posto al centro della bicicletta è proposto da pochi per la difficoltà di elettrificare diversi modelli di bicicletta.


La posizione del motore sulle due ruote semplifica l'elettrificazione di un gran numero di biciclette non elettriche ma appesantisce la pedalata a motore spento, il peso già di per se è un problema, specialmente in salita, ma la massa inerte in rotazione è un handicap alla pedalata.

Questo motore di casa tedesca non solo è posto al centro del telaio, con tutti gli indubbi vantaggi, ma impedisce il meno possibile la locomozione quando si è in marcia senza ausilio elettrico grazie all'innesto a ruota libera del motore, il motore elettrico Vivax funziona sfruttando una coppia conica.


Il motore Vivax viene inserito nel tubo reggisella (ed è necessario che il canotto abbia un diametro interno compreso tra 30,9 e 31,6 mm) mentre nel mozzo centrale si deve inserire il motoriduttore, tutto il resto è praticamente celato, i fili vengono fatti passare all'interno del telaio e la batteria viene posta in un porta attrezzi sotto la sella.

Per montare il motore Vivax su un qualsiasi telaio occorre che siano rispettati alcuni parametri:
  • il montaggio su telai in acciaio ed alluminio è consentito mentre su quelli in carbonio no
  • la pedivella non deve avere cuscinetti pressati
  • tubo della sella centrato in rapporto alla pedivella
  • lunghezza del tubo reggisella

La potenza del motore elettrico Vivax è di 200 Watt (poco meno di un motore per bicicletta a pedalata assistita), il peso del motore e dell'ingranaggio non arriva ad un chilo e per giunta è perfettamente centrato, la batteria agli ioni di Litio pesa circa 850 g.

L'elettrificazione di una bicicletta con il kit Gruber non è autorizzata per circolare sulle strade urbane perché non modifica la bicicletta in pedalata assistita, non c'è nessun sensore che spegne il motore se non si pedala.

Per trovare i rivenditori ufficiali della Gruber basta andare sul link.

Il prezzo del Vivax della Gruber non è a buon mercato ed è quindi consigliabile avere una bicicletta di pari valore, nel listino figura la cifra 2.499,00 euro e con soli 159 euro si può avere il tutto montato.

8 commenti:

  1. alla faccia del motorino,con 3000 euro compro uno scooter.Ladri

    RispondiElimina
  2. il prezzo per fare una passeggiatina controvento mi sembra esorbitante

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo è il prezzo per la raffinatezza tecnologica, il costo è alto ma pensiamo a chi acquista uno smartphone a 700/800 euro. Si può telefonare anche con uno da 20 euro.

      Elimina
  3. ottima spiegazione scienziato, sono d accordo con te

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  5. Io ho avuto il modello wirelles con 90 rpm e per l’esperienza che ho avuto ,posso solo dire a chi lo vorrebbe installare, che di problemini ne da tanti nel funzionamento,e poi la spinta che tanto si parla tipo video contador non c’è proprio,caso mai serve solo per fare prendere un attimo di fiato,dunque per quello che questo sistema da , è quanto costa non lo ricomprerei.

    RispondiElimina
  6. Ho comperato una bici con inserito il motorino, sapevo bene cosa comperavo, ho fatto le mie prime 8 uscite e sono + che soddisfatto, ho 70 anni sono rimasto fermo per 6 mesi(incidente) domenica ( con 500 km. nelle gambe)sono uscito con il solito gruppo
    che viaggia sempre 30/35 km.ora uscita 90 km.ho usato il motorino nei momenti critici e sono riuscito a non perdere mai le ruote ho consumato il 50% della batteria, nessuno si è accorto del motorino, mi hanno fatto i complimenti per la mia ripresa dopo il grave incidente, l'unico mio problema sarà quando scopriranno l'arcano, il bello è che con motore spento pedalo come su bicicletta normale, ecccezionale, telaio carbonio shimano ultegra kg. 9,90 vale tutti i €5.000 pagati
    Piero

    RispondiElimina