lunedì 8 dicembre 2014

Valutazione vecchi dollari americani

Molti possiedono monete e banconote americane del dopoguerra ma non tutti sanno quanto valgono, per stimarli basta andare su siti internet specializzati e verificare alcune specifiche.

I dollari degli Stati Uniti che si trovano nelle soffitte di molti di noi sono più di quanto si crede, uno zio d'America in fondo lo abbiamo avuto un po' tutti ed in tempi di crisi conoscere il valore di denaro di altri paesi può far pagare qualche bolletta.

I dollari americani (dalla fine dell'ottocento ad ora) comunque vada valgono il loro valore nominale, la legge negli Stati Uniti impone che vengano accettati ovunque anche se stampati parecchi decenni fa.

Il valore dei dollari americani segue la stessa valutazione di cartamoneta di tutti i paesi, difetti unici e stato di conservazione ne fanno aumentare il valore. Per conoscere quanto valgono i vecchi dollari americani basta recarsi su uno o più siti che danno il controvalore sempre in dollari, da un menù a tendina si seleziona il taglio e da un altro l'anno di conio.

Il comunissimo 20 dollari americani del '69 ad esempio ha un valore di circa 22 dollari, cresce a 26 se lo stato è davvero eccellente ed addirittura a 42 se non ha mai circolato. Nella colonna delle valutazioni del dollari c'è pure una dicitura:”Uncirculated star notes”, la differenza in termini economici è circa il doppio.

Uncirculated star notes in pratica indica la stellina che si può notare subito dopo il numero di serie, in genere c'è una lettera. La differenza di valore rispetto alle banconote senza stella sta nella rarità, si stima che negli States circolino circa l'1% di banconote stellate.

La banconota americana con la stella invece della lettera alla fine del numero di serie è dovuta alla sostituzione durante le verifiche nella zecca, le banconote che non passano il controllo sono davvero poche ed è per questo che valgono cosi tanto.


15 commenti:

  1. Come fare invece a farsele cambiare con banconote nuove ed evitare problemi in futuro con chi per qualche motivo accetta solo quelle più recenti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La legge americana è chiara, se hanno validità legale nessuno può esimersi dal cambiarle. Se vuoi banconote nuove puoi chiedere al cambio della tua città o in una banca.

      Elimina
  2. Grazie per la risposta :)
    So che tutte le banconote devono essere accettate, ma questo funziona nella realtà solo negli USA. Nel resto del mondo non esiste un obbligo legale. Ho letto di diverse persone che durante viaggi in altri paesi si sono visti rifiutare al cambio o al pagamento banconote più vecchie del 1996 perché più facili da contraffare e quindi più rischiose per il venditore/agente di cambio. Per questo mi domando dove potrei andare per avere banconote del nuovo tipo partendo da quelle "vecchie" che ho. Pensi che nella mia banca, dove ho anche una cassetta di sicurezza, me le cambieranno? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho provato in diverse banche ma si rifiutano. Ti consiglio di chiedere ad un ufficio cambi se ti danno i tagli nuovi, credo che non ti diranno di no.

      Elimina
  3. Oppure tu lasceresti perdere e ti terresti queste vecchio stampo?
    Una cosa che mi domando è anche il senso di nuove misure contro la contraffazione se poi per un falsario basta falsificare, praticamente con una fotocopiatrice, una banconota dell'inizio del Novecento. Non andrebbero poste fuori corso secondo te? È quello che vogliono fare con i vecchi euro, prima o poi. Manterranno valore, ma dovranno essere cambiati in una banca o in altro posto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se valgono più del valore nominale le terrei. Le mie le ho cambiate e ne ho tenute solo alcune.

      Elimina
    2. E se non valgono più del valore nominale, che cosa faresti? :)

      Elimina
    3. Dipende...se non c'è necessità di cambiarli per problemi economici li terrei e li consegnerei alle nuove generazioni.

      Elimina
    4. Scusami, la mia domanda non era chiara. Non volevo dire cambiare dollari in euro, ma cambiare dollari vecchi con dollari nuovi per evitare problemi in futuro di persone che non dovessero accettarli. Ad esempio una banconota come questa da 100$ del 1990
      https://it.wikipedia.org/wiki/Banconote_del_dollaro_statunitense#/media/File:US_$100_1990_Federal_Reserve_Note_Obverse.jpg
      tu cercheresti di cambiarla in una nuova da 100$ del 2013 o pensi che non ne valga e che anche fra diversi anni sarà comunque accettata normalmente da tutti?
      La mia idea è di metterli appunto in una cassetta di sicurezza e più o meno dimenticarmene...

      Elimina
    5. Quindi cambi una vecchia banconota da 100 in una nuova e poi la metti in una cassetta di sicurezza. Tra 10 o 15 anni ti ritrovi con lo stesso problema. Devi fare riferimento alle leggi americane, hanno valore nominale tutte le banconote in corso da un certo anno in poi (dal 1861 ad oggi). Se la legge cambierà meglio cosi varranno di più. Consiglio di mettere in cassaforte solo pezzi di un certo valore. NB. l'ufficio cambi le leggi le conosce e non si fa scrupoli a prendere vecchie banconote, le Poste italiane invece si.

      Elimina
    6. Sì, in effetti il problema continuerebbe a porsi con il passare del tempo. Allora le metto in cassetta di sicurezza senza preoccuparmi dell'anno di stampa. Perché consigli di mettere solo pezzi di un certo valore? Grazie :)

      Elimina
    7. Quindi secondo te è meglio mettere una banconota da 100 dollari in cassaforte da conservare per il futuro piuttosto che dieci da 10$ o cinque da 20$, per esempio?

      Elimina
  4. Io ho una banconota da 1 dollaro con il numero di serie più la stella quanto vale?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. All'interno dell'articolo c'è un link di un sito americano dove è possibile conoscere il valore delle banconote.

      Elimina