martedì 16 aprile 2013

Forare il vetro, tecniche diverse per dimensioni diverse

Tagliare e forare il vetro non è un'operazione difficile ma è necessario conoscere il materiale su cui si vuole lavorare e le tecniche specifiche, abbiamo già trattato come tagliare le bottiglie di vetro per ottenere oggetti artistici ora tratteremo come forare il vetro.


Le ragioni per cui si vuole eseguire un foro su una superficie vetrosa possono essere diverse, le tecniche per forare un materiale come il legno od il metallo sono le medesime che si adoperano per forare il vetro, ciò che cambia è la procedura e gli utensili, vediamo cosa serve e come bucare il vetro.

Ottenere un foro su una superficie come il vetro non è semplice specialmente se lo si vuole ottenere con un trapano ed una punta da metallo, il vetro è un materiale ottenuto dalla solidificazione di un liquido che non ha cristallizzato; il solido amorfo cosi ottenuto possiede un'elevata viscosità, ed una durezza altrettanto elevata.

I materiali duri sono anche quelli più fragili, l'acciaio è un materiale dall'elevata durezza ma non a livello del titanio, la fragilità risulta a sfavore del titanio che potrebbe rompersi se soggetto ad un urto violento, il vetro è fragile e non sopporta gli urti e di essere forato.

Il vetro però può essere forato, le applicazioni sono molto più comuni di quanto si creda, chiunque abbia visto un acquario si sarà accorto che uno o più lati presentano un buco dove passa un tubo, chi invece è nel settore ottico conoscerà come realizzare un glasant con lenti in vetro.

Per ottenere un foro nel vetro occorre avere a disposizione la dimensione da ottenere, se il foro è molto grande si utilizza un compasso con punta diamantata mentre se il foro è più piccolo si può utilizzare un trapano a colonna con una fresa a tazza diamantata per vetro.

Invece della fresa a tazza diamantata che ha un costo elevato si può utilizzare un metodo antico ma sempre valido, si prende un tubo metallico del diametro del foro da realizzare e lo si appoggia tramite un trapano a colonna manuale sul vetro, si prende dello stucco da vetraio e si fa un cratere, quando si asciuga lo stucco si mette dell'acqua e della polvere di smeriglio per vetro.

Per forare il vetro basterà appoggiare il tubo sul vetro e cominciare a girare la manovella per mettere in rotazione il tubo, la velocità deve essere bassa e la pressione applicata non eccessiva, ogni tanto ci si dovrà fermare ed alzare il tubo per far entrare la polvere nel solco, basterà un po' di pazienza ed il lavoro sarà realizzato.

Nel caso in cui si vuole realizzare un foro dalle dimensioni di un centimetro ad esempio si utilizza un trapano con punta da vetro (sono quelle punte tipo freccia), il trapano deve possedere la regolazione della velocità e la punta è da acquistare in ferramenta.

Se si utilizza un trapano con punta da acciaio diamantata o una fresa a tazza sempre diamantata con velocità per foratura del metallo il vetro si romperà irrimediabilmente, l'elevata velocità di rotazione e la caratteristica geometrica della punta producono temperature elevate e velocità di asportazione del materiale incompatibile con il vetro.

Se non si possiede un trapano con velocità variabile non si può forare il vetro, la bassa velocità è indispensabile ed è indispensabile anche tenere più bassa possibile la temperatura durante l'attrito generato dai due materiali.

Come liquido per abbassare la temperatura può essere utilizzata anche l'acqua fredda ma ci sono vari oli minerali che sono più efficaci nello smaltimento del calore, se si esegue il foro con fresa a tazza l'acqua deve essere corrente.

Il trapano a colonna è indispensabile per forare il vetro, la forza applicata perpendicolarmente alla lastra non deve variare nel tempo e ciò accadrebbe se si procedesse senza l'ausilio del sostegno, una volta eseguito il foro basterà smussare le parti taglienti.

7 commenti:

  1. Ottimi consigli per la foratura del vetro! L'importante è scegliere sempre la punta o la fresa a tazza giusta! E nel caso di dubbi chiedere ad un esperto!

    RispondiElimina
  2. mi scusi, mi piacerebbe fare qualche lampada/bottiglia, bucando per far passare il filo elettrico, ma ho capito che per me è troppo complicato e costoso, cioè nn vale investire tutti quei soldi per gli strumenti, quindi a chi devo rivolgermi per far bucare gli oggetti? la ringrazio per la cortese attenzione Elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elena deve portare l'oggetto da un bravo vetraio.

      Elimina
    2. Mi scusi anche io volevo fare una lampada con una bottiglia mi sono recata da alcuni vedrai ma nessuno mi ha fatto il lavoro..come devo fare.

      Elimina
    3. Se non si trova un vetraio disposto a forare il vetro allora occorre acquistare l'attrezzatura.

      Elimina
    4. flavio vetrus19 marzo 2016 09:47

      alcuni vetrai non accettano la lavorazione perchè è ben diverso forare un vetro piano da un vetro tirato e sagomato come quello della bottiglia inoltre per i fori su quest ultime serve solo la punta detta a freccia una mano ben ferma ed un supporto adeguato per l appoggio della bottiglia

      Elimina
  3. E' possibile avere una documentazione visiva della foratura di una bottiglia da utilizzare come paralume? in attesa di cortese riscontro, ringrazio e porgo distinti saluti.

    RispondiElimina