lunedì 28 gennaio 2013

Filtro disidratatore per circuiti frigorigeni

I circuiti frigorigeni come gli impianti di refrigerazione e di condizionamento dell'aria sono dotati di filtrazione tramite un filtro disidratatore, la funzione di questo filtro è di deumidificare e deacidificare il liquido refrigerante ed in alcuni casi anche di eliminare particelle solide presenti nel circuito.

Il filtro disidratatore è composto da elementi interni che svolgono l'azione filtrante meccanicamente, il materiale filtrante può essere di diverso tipo in relazione alla tecnologia costruttiva, il gel di silice è uno di questi altri sono realizzati con setacci molecolari o con allumina attivata.

La capacità del filtro disidratatore deve essere quella di eliminare gli acidi che si possono formare nel liquido a qualsiasi temperatura, l'eliminazione dell'umidità evita il formarsi di acido cloridrico o fluoridrico ed il ghiaccio alle valvole, l'allumina attivata neutralizza gli acidi mentre il setaccio molecolare assolve il compito di assorbire l'umidità.

L'eliminazione dell'umidità negli impianti frigoriferi a compressore è fondamentale per la durata dell'impianto stesso, la causa della sua presenza è da imputare ad un vuoto inadeguato prima di caricare il refrigerante ma si riscontra umidità anche quando si rabbocca con olio che è venuto a contatto con l'umidità presente nell'aria.

L'olio è igroscopico e se è contenuto in recipienti che non sono stati essiccati può portare umidità all'interno dell'impianto, altri inconvenienti possono derivare da in difetti di tenuta dei raccordi, una volta che l'impianto si trova soggetto al problema umidità si possono creare delle morchie che rendono debole la lubrificazione degli organi del compressore e intasano le condutture, una presenza eccessiva di acqua produce formazioni di ghiaccio con conseguenza dell'occlusione delle valvole d'espansione.

Sul mercato si trovano diversi filtri disidratatori, la difficoltà sta spesso nello scegliere tra le due categorie, a carica sfusa e a cartuccia solida, la prima è costituita da un filtro che presenta una molla che tiene pressato del materiale filtrante mentre nel secondo caso la cartuccia è un tutt'uno in cui il materiale è stato precedentemente pressato ed agglomerato.

Per individuare il filtro disidratatore nell'impianto occorre guardare tra il condensatore e la valvola d'espansione, la forma non è standard, prima del filtro disidratatore è possibile riscontrare un dispersore che serve per smistare correttamente il fluido all'interno del filtro, subito dopo sarebbe buona prassi installare un indicatore di umidità che fornisce i valori reali di umidità e permette di intervenire quando serve.
Immagine circuito frigorifero, fonte:Carly

L'attacco a saldare se in acciaio ramato garantisce una tenuta alla pressione maggiore rispetto ad un semplice attacco in rame, si trovano in commercio anche filtri disidratatori con attacco filettato.

Il filtro disidratatore va posto tra il ricevitore e l'organo di espansione ed è obbligatorio rispettare il senso di circolazione del fluido (basta seguire le frecce), particolare attenzione va posta sulla elettrovalvola a valle del filtro, meglio dimensionare correttamente per non pregiudicare la tenuta meccanica del filtro.

La manutenzione dei circuiti frigorigeni dotati di filtro disidratatore deve essere eseguita annualmente sostituendolo, la durata è variabile ma è consigliabile sostituirlo in questo periodo di tempo.

Prima di acquistare un filtro disidratatore antiacido occorre conoscere le condizioni di lavoro a cui andrà incontro:
  • Pressione
  • temperatura
  • tipo dell'olio
  • fluido
  • condizioni esterne

i dati dell'impianto e le tabelle saranno necessari per scegliere il filtro disidratatore adeguato, supponendo di avere a che fare con un fluido refrigerante R407C ed una temperatura di condensazione di 55°C con una carica dell'impianto di 30 Kg, si ricava la capacità assorbente del filtro disidratatore:

(1,050-55)*30/1,000= 29,85 g di H20

dove si è indicato con 1,050 p.p.m l'umidità contenuta nel refrigerante prima del filtro, dalla capacità di assorbimento ci si può riferire ad un a tabella specifica dove è possibile trovare il filtro disidratatore corretto, alcuni riportano in tabella le gocce d'acqua invece della capacità d'assorbimento, basta considerare che 1g di H20 equivale a 20 gocce d'acqua.

Nessun commento:

Posta un commento