lunedì 23 settembre 2013

Manutenzione auto a GPL

Le auto ibride che utilizzano il GPL come combustibile in concomitanza alla benzina devono ricevere una manutenzione maggiore a causa delle sostanze presenti nel gas, i filtri devono essere controllati secondo chilometraggi stabiliti.

Purtroppo il GPL distribuito in Italia non è tutto uguale e fare rifornimento presso un distributore trovato per caso può causare grossi problemi al motore, le problematiche si possono riscontrare in una diminuzione delle prestazioni e nella minore fluidità del propulsore.

La manutenzione di un auto a GPL diventa quindi più onerosa a causa del combustibile meno raffinato della benzina, per diminuire le spese di manutenzione straordinaria si consiglia di sostituire il filtro GPL almeno ogni 15,000 Km e di pulire il filtro GPL in fase liquida.

Infatti i filtri delle auto a GPL sono due, il filtro per la fase liquida si trova subito dopo l'elettrovalvola del polmone mentre quello per la fase gassosa si trova prima degli iniettori.

Il filtro in fase liquida trattiene le sostanze di grandi dimensioni come la ruggine e non si sostituisce ma si pulisce soffiandoci con dell'aria compressa alla giusta distanza, se questo filtro dovesse intasarsi il commutatore dell'auto dovrebbe intervenire ed inserire il combustibile benzina.

Se il filtro in fase liquida si trova come cartuccia e non può essere pulito meccanicamente allora va sostituito quando le prestazioni dell'auto diminuiscono sensibilmente.

Il filtro in fase gas del GPL trattiene sostanze volatili in fase gassosa e non sono meno dannose per il motore di quelle solide, nel GPL infatti si trovano sostanze sciolte come grassi, oli e lacche che se non rimosse si depositano sugli iniettori causando spese aggiuntive onerose.

Gli iniettori sono quindi il punto debole su cui si incentrano le maggiori spese per i possessori di auto a GPL, le sostanze indesiderate nel GPL si depositano lentamente ma inesorabilmente rendendoli alla fine inutilizzabili.

Chi utilizza il GPL in modo totale si ritroverà problemi alle candele ed alla sonda lambda anche se sostituisce i filtri prima della normale manutenzione, questo perché le auto che vengono convertite a questo tipo di combustibile non sono progettate per andare a gas.

Le auto che escono già ibride dalla casa nascono con componentistica diversa, le candele sono adatte a bruciare gas GPL e la sonda lambda è meno sensibile a questo gas.

Qualcuno propone la sostituzione delle candele con altre adatte al GPL, l'intervento sarebbe da sconsigliare perché l'auto potrebbe non bruciare bene entrambi i combustibili e creare quindi più danni che benefici.

In commercio esistono diversi additivi per auto a GPL che servono a tenere lontano il temuto intervento del meccanico, questi additivi si utilizzano per tutti i combustibili e non solo per il GPL; le sostanze indesiderate si trovano anche nella benzina e nel diesel ma in quantità meno importante.

Si consiglia quindi di aggiungere l'additivo GPL ogni cambio filtro, la spesa è maggiore ma almeno si è più sicuri.

La manutenzione delle auto a GPL non è la sola prassi da eseguire pedissequamente, molti fanno l'errore di partire a benzina e commutare immediatamente dopo a GPL.

Le auto che vengono trasformate in ibride (la parola ibrido non vale solo per l'elettrico) non vengono progettate pensando a ciò che accadrebbe alle valvole, candele o alla sonda lambda se si percorressero chilometri con un altro combustibile.

La buona prassi è alternare i due combustibili in modo da scongiurare manutenzioni straordinarie, su alcuni libretti di manutenzione di impianti GPL forniti per installazione successiva c'è scritto a chiare lettere che si devono percorrere un certo numero di chilometri ogni tot numero di pieni di gas.

4 commenti:

  1. opel corsa c 55kw, dopo 8 anni tutti a gpl e 190000 km percorsi, non ho avuto mai problemi e non ho mai sostituito nulla, solo una volta le candele sui 70000 km.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le candele a quel chilometraggio probabilmente erano deformate e la combustione avveniva male. Sono felice che abbia percorso così tanti chilometri senza avere problemi ma occorrerebbe una diagnosi seria. Probabilmente la sua auto consuma di più del dovuto, una manutenzione accurata la farebbe risparmiare alla lunga.

      Elimina
  2. io con opel vectra b 22 16v 147cv in 3 ani mai fato interveti al impianto gpl ogni tanto ci meto una bombola per pulire impianto pero in tre ani ho sostituito la pompa della benzina due volte mi brucia la pompa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il serbatoio della benzina deve rimanere sempre quasi pieno, così la pompa resta in ammollo e non si rischia di bruciarla

      Elimina