giovedì 30 gennaio 2014

Generatore di corrente a GPL e metano

Un generatore di corrente converte un combustibile (liquido o aeriforme) in energia elettrica, quelli ad uso comune sono a benzina o diesel ma esistono anche a gas metano o GPL.

I gruppi elettrogeni di piccola potenza non sono molto comuni nelle abitazioni di città, rimanere senza corrente in un grande centro urbano non è cosi frequente ed i blackout in un anno si contano sulle dita di una anno.

Rimanere al buio e per giunta senza riscaldamento è un problema, chi possiede case in campagna o in centri poco urbani possiede anche un gruppo elettrogeno. La diversità dei moderni generatori di corrente permette un'ampia scelta, a differenza di parecchi anni fa i generatori di corrente silenziati sono più apprezzati perché possono essere utilizzati negli appartamenti senza produrre troppo rumore.

I generatori di corrente a benzina o diesel sono molto utilizzati da chi espone negli stand di fiere od eventi all'aperto o di chi possiede abitazioni lontane dai vicini, il rumore è dovuto alla poca insonorizzazione che li rende anche economici.

Chi abita in un appartamento e non vuole rimanere senza corrente elettrica ne possibilità di riscaldarsi in caso di freddo intenso deve munirsi di un mezzo per generare energia elettrica, le tipologie di generatori di corrente silenziati adatti per l'esigenza sono due: generatori di corrente a metano e GPL.

I generatori di corrente a GPL sono comodi per chi va in campeggio o mette in funzione il gruppo elettrogeno solo di rado, come una festa in giardino dove il cavo elettrico non arriva.

I generatori di di corrente elettrica silenziati a metano invece sono ideali per chi per necessità non può rimanere senza corrente elettrica per lunghi periodi di tempo, la presenza continua di gas metano permette di generare corrente senza interruzioni e senza preoccuparsi di riempire serbatoi.

In conclusione i generatori di corrente elettrica a gas sono utili in caso di lunghi periodi di assenza di corrente elettrica, i modelli a GPL possono avere un'autonomia limitata dalla bombola (o dal bombolone) mentre quelli a metano hanno autonomie illimitate.

Le emissioni nocive pendono a favore dei gruppi elettrogeni a gas (sono più virtuosi), i fumi prodotti dallo scarico devono essere evacuati all'esterno, per questo motivo si deve porre il gruppo elettrogeno fuori dall'abitazione ed in un punto protetto dagli agenti atmosferici e distante da materiale infiammabile.

Le potenze in commercio sono diverse. Chi lo vuole acquistare per la propria abitazione può dirigere la propria attenzione su potenze di 1.5 KW mentre per esigenze di cantiere ci sono modelli da 2.8 e 3.0 KW.

Esistono generatori di corrente a gas di 20 KW ed oltre ma le esigenze sono industriali o per occasioni come concerti all'aperto o spettacoli.

Se nell'etichetta di un generatore di corrente è presente solo la potenza in KVA basta trovare il valore del cos fi (angolo di sfasamento), moltiplicandoli si ottiene il valore in KW elettrici. Meglio scegliere un valore del cos fi più alto possibile (il massimo è 1 ma è il valore delle macchine perfette, un valore tra 0.8 e 0.9 va benissimo).

4 commenti:

  1. Risposte
    1. Dipende dal costo del gas e dalla potenza impiegata.

      Elimina
  2. Potreste indicarci le migliori marche di generatori a gpl per uso domestico

    RispondiElimina