domenica 26 ottobre 2014

Stufa doppia alimentazione, legna e pellet

La Nordica Cleo Combi
La doppia alimentazione per le stufe a combustibile solido di origine vegetale è una ottima soluzione per abbattere i costi del riscaldamento, la scelta del pellet o della legna alle volte può essere una condizione temporanea e quindi la stufa combinata sembra essere una valida soluzione.

Chi possiede una stufa a pellets non può orientarsi verso un altro combustibile solido e la legna, anche se di facile reperibilità e basso costo, non può bruciare in questa tipologia di stufe. Analogo è il problema di chi possiede una stufa a legna e si trova nell'impossibilità di acquistarla ad un giusto prezzo, il pellet potrebbe sopperire alla mancanza temporanea ma non è possibile utilizzarlo.

Per far bruciare alternativamente pellet e legna serve una stufa progettata per poter cambiare combustibile all'occasione. Il prezzo di una stufa combinata può essere maggiore di una solo a pellet o solo a legna, i vantaggi si apprezzano quando si brucia della legna propria o a più basso costo del pellet in alcune occasioni ed il pellet nelle altre.

Anche nel caso in cui si bruci legna nel focolare di una stufa bivalente occorre ricordarsi che l'energia elettrica è indispensabile per alcune stufe, la movimentazione del ciocco è meccanica e quindi senza corrente elettrica il riscaldamento si ferma.

All'inconveniente si può porre rimedio inserendo un gruppo di continuità di potenza tale da poter sopperire alla mancanza di corrente elettrica, questo ovviamente se i blackout durante il periodo freddo sono frequenti.

La Nordica ad esempio ha in listino la serie Cleo Combi (€ 2500 circa) e non necessitano di energia elettrica per funzionare, la stufa ha un sistema di aria a tiraggio naturale, proprio come le vecchie cucine a legna. Quindi quando non c'è corrente elettrica non si rischia di morire di freddo.

La Rika invece ha in listino la Combinata Induo (€ 6000 in su) ma l'utilizzo di energia elettrica per il funzionamento qui è necessaria. A regime la potenza assorbita è di circa 20 Watt mentre in fase di avvio si arriva a 270 Watt. In questo caso l'elettronica è più sofisticata, un sensore riconosce il tipo di combustibile e regola l'apporto di aria nel focolare.

Rika Combinata Induo

Il display ed il software permettono un utilizzo più comodo e complesso, il prezzo in questo caso ne risente. In entrambi i casi la legna si carica come il pellet, sul retro c'è un vano dove impilare i ciocchi.

Per chi pensasse di modificare la propria stufa per trasformarla in combinata dovrà ricredersi. Una stufa a pellet ha una scheda elettronica che gestisce la combustione e sarebbe obbligatorio sostituirla ed inserire il serbatoio per i ciocchi ed un sistema per cambiare il tipo di combustibile. Analogo discorso per le stufe a legna, forse sarebbe più fattibile in quest'ultimo caso sempre che funzioni senza schede elettroniche.

Nessun commento:

Posta un commento