sabato 21 marzo 2015

Dai motori per elettrodomestici alle biciclette elettriche

La Askoll - azienda italiana produttrice di motori e pompe per elettrodomestici e per riscaldamento - vuole entrare nel segmento della produzione di veicoli elettrici con motori che equipaggiano le lavatrici; ciò che potrebbe creare un terremoto economico tra le aziende concorrenti è la percorrenza con un pieno di energia ed il costo del veicolo.

Sono molti quelli che hanno provato ad installare un motore di lavatrice su una bicicletta, le dimensioni e la tecnologia però non si adattano a tale conversione ed è anche molto lontana dall'idea dell'azienda vicentina.

I motori per biciclette elettriche sono diversi da quelli per elettrodomestici, non solo per dimensione e peso, quelli che muovono i leggeri veicoli ad alimentazione elettrica sono senza spazzole (brushless).

L'evento che dovrebbe creare uno scossone nel settore della produzione dei veicoli elettrici è imminente, l'11 aprile 2015 verranno venduti al pubblico bici e scooter elettrici della Askoll in diverse città d'Italia.

L'idea del gruppo vicentino nasce dall'esigenza di combattere la crisi producendo oggetti innovativi diversi da quelli che escono dalla catena di montaggio, sempre sfruttando la tecnologia in possesso.

Utilizzare un motore per lavatrice per muovere una bici o uno scooter è stato sempre il pallino di chi smanetta con chiavi inglesi e tester, la Askoll ha semplicemente modificato la tecnologia per adattarla a questi veicoli.

Nasce cosi EVA (Electrical vehicles Askoll) il progetto che ha visto un team di specialisti di vari settori, auto e moto, impegnarsi per creare prototipi di veicoli elettrici sfruttando la tecnologia di proprietà e partorire prodotti a basso costo che consumassero meno dei concorrenti.

Ciò che ne è scaturito è stato entusiasmante e non ha interessato solo i veicoli a due ruote, la Askoll ha in progetto di mettere in commercio un auto elettrica con un costo approssimativo di ottomila euro.

La bicicletta elettrica di Askoll pone sul piatto numeri interessanti, la percorrenza si attesta sui 100 Km ed il costo della ricarica è di circa 5 centesimi di euro. La bicicletta elettrica costerà 990 euro e lo scooter 2190, tutto sommato poco sotto la soglia dei prodotti medi di mercato.

Nessun commento:

Posta un commento